L’ipnosi è situata al punto in cui s’incontrano tutti i livelli dell’organizzazione fisiologica e psicologica
e quando ne verrà appreso in pieno il valore, sarà uno degli strumenti più importanti,
per lo studio del sonno, della veglia normale e della costante interazione
tra processi normali, nevrotici, psicotici.

KUBIE (Arch. gèn. psychiat., 1961, 4, p. 53)

L’ Ipnosi  deriva dal greco “hypnosis” e significa “sonno”, è uno livello intermedio tra la veglia ed il sonno;  si tratta di uno stato naturale che subentra quando la nostra mente si concentra e si focalizza internamente. Ad esempio, quando si è talmente assorti nella lettura di un buon libro da perder la cognizione del tempo, oppure guidare dal posto di lavoro a casa e all’arrivo non essersene resi conto.

L’ipnosi indotta agisce ad uno stato di profondo rilassamento, e coinvolge sia la dimensione fisica che quella psicologica. Questo fa si che i naturali meccanismi difensivi della mente conscia, contenitore delle informazioni analizzate dal giudizio e quindi filtrate, diminuiscano addolcendo la parte critica e giudicante, permettendo così una comunicazione più armoniosa e leggera con il nostro Sé, contenitore dei nostri più intimi e reali pensieri, ricordi, immagini ed emozioni, che  possono indurre la persona in maniera silente, verso  sofferenti sintomi es. fobie, depressioni, attacchi di panico …

Questa esperienza sviluppa un diverso stato di coscienza, aumentandone i potenziali. Rende capace di modificare le nostre reazioni disfunzionali e sofferenti, permettendo un vissuto di benessere e cambiamento nella percezione del nostro mondo mentale e sensoriale interno,  su cui la persona desidera veramente mettersi in discussione.

Tale tecnica viene usata  dal terapeuta come efficace supporto all’interno del trattamento psicoterapico,  rispetto al disagio psichico, purché ci sia un iniziale accordo tra paziente e terapeuta nell’utilizzo dell’ipnosi stessa; solo così la persona riesce a sentirsi riconosciuta nella sua identità e nelle sue necessità personali.

PNL “Programmazione neuro linguistica”

Programmazione:  Secondo gli studiosi noi abbiamo dei patrimoni di programmi racchiusi nella nostra mente e questi programmi possono essere modificati.

Neuro: questi programmi vengono sistemati in maniera tale da diventare delle configurazioni Neuronali.

Linguistica: il linguaggio fa parte del nostro sistema di comunicazione con gli altri e attraverso dei linguaggi di precisione è possibilie estrarre i limiti che ostacolano il raggiungimento dei nostri obbiettivi.

Come afferma Dr. Marco Paret (creatore della PNL3), la PNL è una neuroscienza che studia la comprensione della comunicazione grazie all’ausilio di tecniche, che vanno ad interpretare il software della mente umana, per scoprire se l’obbiettivo che si prefissa una persona coincide o è in contrasto  con le sue parti più profonde.

Nel caso in cui la persona si allontana da quello che vuole essere veramente, la PNL va ad  agire sull’inconscio per ingenerare un cambiamento con il fine di  raggiungere i reali obbiettivi che la persona desidera ottenere, nel migliorare la qualità della propria vita, lavorando sulla loro struttura.

Se però guardiamo il tutto, da un punto di vista quantistico, dove la realtà è multi- causa e multi- effetto, la PNL classica ha dei limiti, quello di essere deterministica basandosi sulla scomposizione del linguaggio e del comportamento, supponendo che esista un percorso totalmente razionale per agire sulla comunicazione e sulla persona.

In realtà la nostra mente è anche irrazionale, ed un approccio totalmente razionale  non è sufficiente. Ecco perché è nata la PNL3, che mira a mantenere gli aspetti positivi della PNL classica, ma tiene conto anche della realtà quantistica del nostro universo, cioè che nessuna persona potrà mai essere rinchiusa in una scatola, in quanto la realtà è inconoscibile utilizzando solo la nostra mente conscia. E’ necessario sviluppare un accesso costante alla nostra mente inconscia ed il suo potere comunicazionale;  quindi è importante sapere come far funzionare bene la nostra mente.

La PNL3 oltre a far uso delle tecniche della PNL classica, crea la combinazione di  metodiche quantiche le quali  tengono conto del potere del mentale inconscio, integra anche l’Enneagramma e si completa con la comunicazione non verbale e l’Ipnosi.

Da qua nasce con forza la PNL3&l’Ipnosi